Wing Chun ip man 3 wing chun lugo ving tsun

Il Wing Chun (Eterna Primavera) è una disciplina che non richiede né una grande forza, né grandi capacità atletiche. Al contrario, invece, ci insegna a utilizzare in maniera naturale la struttura del corpo per sviluppare potenza, velocità e strumenti efficaci per rispondere nella maniera più logica e più semplice possibile ai problemi che ci si pongono davanti.

A differenza di molti sistemi tradizionali di arti marziali, questo sistema non pretende di essere considerato una difesa personale o uno stile più nobile dei moderni sport da combattimento (boxe o mma, per esempio) ma si pone con onestà per quello che è, cioè un sistema di utilizzo profondo del nostro corpo e un metodo per resettare istinti e movimenti per poi riprogrammarli a rispondere in maniera semplice e logica.

Perché questa Arte possa parlarci, però, è necessaria una predisposizione al dialogo con noi stessi ed è fondamentale essere realmente intenzionati a volerci osservare per quello che siamo, non per quello che vorremmo essere o per come vorremmo apparire.
Purtroppo, la buona volontà e il sudore in palestra spesso non sono sufficienti per poter proseguire questo meraviglioso percorso interiore che è il wing chun.

Il Wing Chun è quindi un semplice (ma non facile) percorso individuale all’interno di noi stessi.

L’importante nel Wing Chun è sviluppare la propria abilità, il proprio genio. Wing Chun è solo un nome, solo uno strumento. In quanto tale, importa molto meno dell’essere umano che lo utilizza.
Franco Regalzi

L’allenamento superficiale potrà soltanto fuorviare le persone facendo loro credere di avere speciali abilità che, in realtà, nessuno potrà mai possedere.
Wong Shun Leung